Storia Chiesa

S. Bartolomeo

La Chiesa di Ballò, deve la sua origine al sec. XVIII. In questi ultimi tempi, però, ha subito tale trasformazione da perdere ogni fisionomia Settecentesca.

Nel suo interno si conservano ancora gli altari del Settecento; mentre le statue devozionali sono opere in gesso, per lo più recenti. La decorazione musiva della lunetta esterna, del battistero e delle cappelle di San Giuseppe e della Madonna è stata eseguita in questi ultimi anni (1967 -1971), nella parete a sinistra del battistero sta scritto il nome dell'autore: Angelo Gatto, da Castelfranco. Di Giuseppe Gatto, fratello del precedente, è il bassorilievo in bronzo con il Battesimo di Cristo, collocato dietro il fonte battesimale, ed il Crocefisso appoggiato esternamente alla chiesa; mentre il coprifonte, in rame con simboli biblici, è opera di Silvio Pivato da Sarcedo (1968).